Matteo Mastrella

Francesco Madotto una vita di corsa

...su e giù per il Quirinale

Il giovane Francesco corre leggero sulle pendici del Monte Canin, nel gruppo delle Alpi friulane. Ha le leve lunghe, da corazziere, e sale come uno stambecco che si inerpica sulla roccia calcarea. Poco distante cammina a ritmo cadenzato il geologo Ardito Desio che con voce sibillina e imperativa intima al giovane Francesco, undici anni di età, di accorciare il passo. Quelli che sembrano essere paternali ammonimenti si rivelano i primi fondamenti sportivi per un passista delle lunghe distanze. Francesco obbedisce al capo-spedizione e riduce la sua andatura. Ora i passi sono brevi ma intensi, dosati in frequenza, uno dopo l’altro, in un ritmo costante di poderosa resistenza. Siamo nel 1951 all’alba della grande conquista del K2, il “posto al sole” che l’Italia del secondo dopoguerra rivendica con orgoglio nello scacchiere internazionale. Nelle grotte e nelle forre di origine carsica affogano le sconfitte della Grande Guerra patite sul fronte austro-ungarico di queste montagne, la sterile propaganda neocoloniale e le immani tragedie dell’ultimo conflitto bellico. Un vento nuovo libera nell’aria i sogni del giovane Francesco, la sfida alle stelle di un esploratore navigato e i vagiti di rinascita di un Paese intero in cerca di riscatto.

Nel 1958 la giovane Repubblica, lanciata a forte velocità verso il progresso, coniuga l’irrefrenabile modernismo del boom economico con la necessità di consolidare gli imprescindibili principi costituzionali. C’è bisogno di una nuova generazione che renda l’Italia una democrazia all’avanguardia, fatta di sviluppo creativo, ingegno, inventiva ma anche di fermezza nella difesa dei valori e delle istituzioni. Di queste nuove schiere fa parte anche Francesco che, poco più che maggiorenne, lascia la Val Resia e si arruola prima nell’Arma dei Carabinieri e poi entra a far parte della prestigiosa Guardia d’onore del Presidente della Repubblica sotto la presidenza Gronchi. Dallo stesso anno Francesco Madotto è in pianta stabile nel Gruppo Sportivo dei Corazzieri eccellendo nella corsa e nel canottaggio. Stazza imponente, come ovvio che fosse, fisico atletico e braccia da vogatore ne segnano la disciplina sportiva. Nel 1961, in occasione dei festeggiamenti dei cento anni dell’Unità d’Italia, nelle acque del Pò, fa parte dell’imbarcazione che soffia, sul filo della poca luce, la vittoria finale alla quotatissima imbarcazione di Oxford. Sono anni grandiosi per l’atleta Madotto che per un intero decennio fa parte del gruppo sportivo olimpico italiano in preparazione delle Olimpiadi Roma 1960 e Messico 1968. Nel 1969 fissa gli ormeggi per approdare allo sci nordico. Anche in questa disciplina le soddisfazioni sono tante, dominando la scena fino al 1995 con ben 15 titoli italiani di categoria. A Selva di Val Gardena, meta preferita di villeggiatura del Presidente Pertini, vanno in scena ogni anno i campionati d’Arma di sci di fondo. Non c’è pista che non abbia visto affondare nella neve soffice gli sci del maresciallo Madotto. Sempre nel 1969 ritorna all’amore adolescenziale della corsa e trova lo stesso spirito di libertà nella S.S. Lazio Atletica Leggera, culla del podismo romano d’avanguardia dal 1900. Si inscrive e ne diventa atleta.

Il maresciallo Madotto, ai piedi dello “Scalone d’onore” del Palazzo del Quirinale, passa in rassegna, con maniacale perfezionismo, il posizionamento della schierante del Reggimento dei Corazzieri che in uniforme di gran gala è pronto a rendere gli onori militari all’ospite illustre atteso a Palazzo. Poco distante nel porticato che conduce alla Porta Principale c’è il militare della guardia montante. Madotto gli si para davanti e ne omaggia la bandiera del Corpo d’Appartenenza. Qualcuno distrattamente, confuso nel brusio della marzialità del momento, è ai lati dell’antistante “Cortile d’Onore” pronto all’attraversamento quando il maresciallo Madotto, con devota deferenza, ne ricorda la laica sacralità. Mai voltare le spalle al tricolore italiano che sventola sul Torrino dell’antico corpo di fabbrica gregoriano. Il vento ne disegna le pieghe accanto alle stelle e alle strisce della bandiera americana del Presidente Jimmy Carter in visita ufficiale di Stato. Le porcellane e le Sale di rappresentanza trasudano di storia e raccontano, anche a margine delle cerimonie più importanti, di aneddoti di vita di Palazzo. Il presidente Carter è amante dello jogging e trova nel maresciallo Madotto il perfetto bodyguard. Non è il semplice addetto militare alla persona ma anche il trainer che lo segue nella corsa all’interno dei giardini del Quirinale. Il mattino seguente di nuovo insieme , ma stavolta è la salita della Pagliara a fare da sfondo alle loro ripetute di velocità. Madotto corre, corre sempre, tranne quando con serafica disciplina comanda, in qualità di Maresciallo di Palazzo, la statuaria ed inscalfibile guardia montante dei Corazzieri. Sei ore in piedi con elmo e corazza dove a correre sono solo i pensieri. Una nemesi che si frantuma alle parole del Presidente Pertini, nel giorno antecedente la finale dei Mondiali del 1982. Il maresciallo Madotto è di servizio e coglie nelle espressioni del Presidente Pertini il misto di preoccupazione e di adrenalina che precede i grandi eventi. E’ un susseguirsi di alterne sensazioni sull’imminente destino, quando il più spontaneo degli “beato Lei” del maresciallo Madotto fuga le ultime esitazioni per la trasferta madrilena. Pertini non ci pensa due volte, è un istintivo di natura, e invita per l’indomani mattina il corazziere Madotto a bordo dell’areo presidenziale con rotta su Madrid e sulla vittoria. La foto lo ritrae nel suo impeccabile tranche dietro “all’italianizzato” re di Spagna Juan Carlos che, con occhio di favore, celebra la spontanea esultanza del Presidente Pertini e le più sopite e composte emozioni del militare Madotto. Sul volo di ritorno, nell’euforia generale, siede accanto al capitano Zoff, a cui è legato da un doppio filo, l’appartenenza geografica da friulani doc, e l’altro ancora impalpabile che si materializzerà solo all’alba delle notti magiche del 1990 quando anche il SuperDino nazionale entrerà a far parte della grande famiglia della S.S. Lazio.

Ci sono date il cui significato simbolico oltrepassa ogni ragionevole spiegazione. È il 2 Giugno del 2004, la festa della Repubblica, e per il Luogotenente Madotto è anche il giorno del suo sessantacinquesimo compleanno e dell’inevitabile congedo dopo 46 anni di onorato servizio.  Non può esserci commiato migliore per chi ha speso gran parte della sua vita a difesa della più alta istituzione della Repubblica. Otto presidenti e la nomina del ’93 ad “Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana” sono il suo vanto. Dopo l’autentico fiume di persone che hanno visitato nell’unico giorno possibile i Giardini del Quirinale, si stanno esaurendo gli echi della “Festa del 2 Giugno” e il rituale capannello del Reparto Sicurezza dei Corazzieri, in mesto ricordo, fa calare il sipario sull’ennesima celebrazione della Repubblica e sulla carriera più longeva di uno dei suoi più fidati servitori.

Messa a dimora l’attività lavorativa, Madotto corre ancora più forte e nel 2004 vince la maratona di New York nella categoria over 65, preludio alla superba prestazione alla maratona di Londra dell’anno seguente che lo vede nuovamente primeggiare con un tempo ancora migliore. Madotto è nella storia, un’autentica leggenda dell’Atletica leggera. Con la casacca biancoceleste della Lazio vince ogni tipo di competizione, dalla maratonina di San Tarcisio nel 2007, alla mezza maratona Roma-Ostia nel febbraio 2008 con un tempo di 1h,32min,19sec nella categoria over 69. Partecipa anche a gare a squadre come la suggestiva staffetta 24x1 alle Terme di Caracalla, una “ultrarail” della durata di un giorno intero. Seppur trasferitosi nella terra natale continua a correre per la sezione Atletica leggera della S.S. Lazio vincendo il 4 Maggio 2008 la maratona di Trieste con un crono di assoluto livello nazionale che gli valgono la migliore prestazione nazionale nella categoria dei nati nel 1939. Ma le sorprese non finiscono e il 2011, in occasione delle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, segna il suo ritorno in barca, per partecipare, come unico vogatore ancora in attività “dell’otto” italiano nella memorabile vittoria contro Oxford di mezzo secolo prima, ad una regata commemorativa. Il 6 Marzo 2016 agli Indoor Rowing Championship diventa campione del mondo di remoergometro, ripetendosi anche l’anno seguente. Nel settembre 2017 partecipa a Copenaghen ai campionati del mondo Outdoor di canattoggio con la squadra americana dell’ Occoquan formata da otto vogatori di otto nazionalità diverse...

E ovviamente tra una gara e l’altra Madotto corre ancora e con andatura cadenzata e passi brevi raggiunge Francesco sui pendii del Monte Canin dove la vita è tutta un sogno da realizzare e dove “il coraggio diventa più forte nel pericolo”.

Luogotenente Madotto, in congedo illimitato provvisorio...

Nei secoli fedele!!

Mastrella Matteo

img-20200516-wa0015  img-20200516-wa0007 img-20200516-wa0020

img-20200516-wa0018  img-20200516-wa0012

Aico e Lazio Club Quirinale per Ettore

Il Lazio Club Quirinale 1900 e A.I.C.O. ancora insieme per Ettore

Dalla collaborazione tra A.I.C.O., Associazione Il Caprifoglio Onlus, e il Lazio Club Quirinale 1900 è nata una nuova idea in favore di Ettore, bomber della squadra degli Augestei F.C.

Tra le tante iniziative di solidarietà, portate avanti con mirabile entusiasmo da parte dei volontari dell'A.I.C.O, il progetto "In campo con noi" ha dato vita alla squadra degli Augustei F.C., formata perlopiù da ragazzi disabili.  Lo sport e la socializzazione di gruppo sono il motore di questo progetto di inclusione che vede  ragazzi diversamente abili confrontarsi nello svago e nell'attività fisica con altri ragazzi normodotati. La naturalezza, la semplicità e le ovvietà di uno sport popolare come il calcio sono la chiave per annullare le differenze e per accrescere il senso di autostima.

Il Lazio Club Quirinale nel suo debutto ufficiale incontrò gli Augustei F.C. rinsaldando con la Caprifoglio Onlus una amicizia che dura ormai da anni. Il ricordo di quell'incontro è ancora vivo e tra tutti i giocatori della loro squadra il  bomber Ettore è rimasto particolarmente impresso per aver infilato la nostra porta più di una volta. Attraverso l'impegno e la persuasione dei nostri consiglieri Mario e Cesare la S.S. Lazio ha donato la maglietta ufficiale di Luis Alberto, la numero 10. Non poteva esserci miglior omaggio per Ettore che da consumato attaccante d'area di rigore potrà sfruttare gli assist di uno dei calciatori più forti d'Europa nella specialità...

Complimenti ad Ettore ... e segna sempre lui!!

Il Lazio Club Quirinale 1900 e A.I.C.O. ancora insieme

Matteo Mastrella

LCQ PER IL REPARTO DI ONCOEMATOLOGIA DEL BAMBINO GESU’

LCQ PER IL REPARTO DI ONCOEMATOLOGIA DEL BAMBINO GESU’

Sono passati almeno 25 anni da quando sono andato a teatro per vedere una rappresentazione del gruppo teatrale del Quirinale. Partecipai con la mia fidanzata che a breve divenne mia moglie.

Quanta acqua e' passata sotto i ponti!!

Poi tre settimane fa' ho visto una locandina che recitava: la compagnia "Teatranti di Montecavallo" in collaborazione con il Circolo Dipendenti Quirinale portera' in scena lo spettacolo "12 rose rosse" presso il teatro di Castel Porziano.

Il teatro di Castel Porziano, un gioiellino da 90 posti, situato all'interno della tenuta, quasi abbandonato e che ha rivisto la luce negli ultimi anni su iniziativa del nostro Lazio Club per organizzare due eventi di beneficenza meravigliosi. Forse abbiamo dato l'input ai vertici della nostra amministrazione per ristrutturarlo e aprirlo per altri eventi simili. Infatti, continua la lettura della locandina, l'intero incasso di queste rappresentazioni sara' devoluto al dipartimento di oncoematologia dell'ospedale pediatrico del Bambino Gesu'. Mi e' venuta subito la voglia di partecipare per aiutare la causa ma anche per curiosita' di rivedere qualche mio collega recitare. Poi, riflettendoci un po' sopra, ho pensato che potevamo fare di piu'; possiamo destinare il corrispettivo di spesa equivalente ai consueti regalini di natale che il nostro consiglio avrebbe destinato ai soci del club. Cosi' collaboriamo ad alzare l'incasso per il Bambin Gesu' con il quale abbiamo gia' collaborato anni fa un paio di volte. Condividendo la finalità con i miei amici presidenti e consiglieri del club abbiamo deciso di partecipare. Arrivata la sera della prima mi sentivo emozionato, ma appena entrato nel teatro, pieno per l’occasione, e vedendolo ristrutturato mi e' passato tutto. Mi e' rimasta solo la curiosita' di vedere questi amici colleghi cimentarsi sul palco. Con mio immenso stupore ho visto dei veri e propri professionisti, attori incredibili che divertendosi a recitare hanno divertito anche il pubblico presente. Tanto stupore, tante risate ma soprattutto tanti applausi per delle persone meravigliose che salgono sul palco sapendo che le loro perfomance aiutano a raccogliere dei fondi per strutture che si impegnano a migliorare le condizioni di chi e' stato meno fortunato di noi. La serata si conclude con i consueti ringraziamenti per tutti coloro che hanno fatto si che si potesse svolgere la manifestazione; per ultimo sono stato invitato sul palco per fare la nostra donazione verso questa meravigliosa iniziativa. In quel momento, confesso, un po' di emozione mi e' tornata nel parlare, ma sono stato contentissimo di rappresentare tutti i soci del nostro club, ai quali faccio un grande ringraziamento per il sostegno che ci danno sempre, e anche perche' l'assegno l'ho consegnato nelle mani del presidente del Cral Quirinale Luigi, mio amico da sempre ma soprattutto grande tifoso romanista!!!! le sue parole nel ringraziarci del bellissimo gesto mi sono entrate nel cuore e li rimarranno per sempre.

Sono sicuro che tutto il Lazio Club Quirinale non veda l'ora che arrivi il prossimo evento di beneficenza per continuare a fare del bene e per ricordare a tutti che la lazialita' e' anche un grandissimo valore morale.

Gianluca Poggi

img-20191212-wa0022 img-20191212-wa0026

Lazio e Lazio Club Quirinale ancora insieme

Lazio e Lazio Club Quirinale ancora insieme

Evento Lazio club Quirinale del 2/12/2019

Evento speciale quest’anno per il nostro amato Club, che oltre al consueto incontro con il direttivo della S.S. Lazio ed una rappresentanza dei calciatori, festeggia i 5 anni dalla nascita del Club, un lustro ma anche il lustro che ci stanno dando i nostri seguitissimi giocatori. Nella splendida cornice della Casa dell’Aviatore, all’arrivo del Direttivo della società, di Thomas Strakosha e Luiz Felipe Ramos, i numerosi ospiti hanno accolto con un calorosissimo applauso e infinite richieste di autografi e fotografie. Il nostro Presidente ha voluto celebrare il quinquennio con la proiezione di un video nel quale venivano illustrati la storia della fondazione ed i momenti percorsi insieme. Ad allietare il pranzo, la grande voce di Toni Malco, che ha ripercorso la storia degli inni della Lazio. La performance di Marco Tana, comico romano e laziale, ha suscitato grande ilarità, come sempre nei nostri incontri. L’attesissimo arrivo del Presidente Lotito ci ha incoraggiati a guardare in alto, come ci dimostra sempre in campo Olimpia, anche lei presente alla serata, sotto la sorveglianza del falconiere Juan Barnabè.
Avanti tutta, Lazio!
Arianna Tirico
cittacelestelalaziosiamonoimessaggero-itimg-20191203-wa0025
whatsapp-image-2019-12-02-at-22-06-31whatsapp-image-2019-12-02-at-22-06-31-1whatsapp-image-2019-12-02-at-23-13-09img-20191203-wa0036

UN’AQUILA SUL COLLE

E’ da più di un lustro che sono lì su la torre

Il punto più alto del colle che si erge sulla città

Osservo e scruto la vita del Palazzo che scorre

Regale e fiera della mia nobiltà

Ogni giorno che nasce sin dal suo primo bagliore

Rendo onore nel cortile alle illustri personalità

Rivolgo lo sguardo all’orizzonte, in direzione del mare

E poi repentina verso le montagne, delle stelle il tremolare.

 

Le piazze, le cupole e i campanili si odono in lontananza

E tra il broccato, le tele, gli arazzi sorge l’Idea

Non effimera di chi nella chiesa del villaggio cerca la speranza

Ma di chi, con la Lazio al centro del Palazzo, ha trovato la panacea

Al sentire sordo, al fremito sopito che nell’amor trovano la loro somiglianza

I cuori palpitanti di un’idea non rimasta eterea

Un’associazione che veste di bianco e celeste il proprio sentimento

Ormai da cinque anni è del Palazzo il vanto.

 

Ogni convivio mi ha visto protagonista

Tra stelle passate e quelle presenti

Della solidarietà mi sono vestita e messo le ali a chi mi ha seguita

Aguzzando la vista in tutti i miei eventi

Nei miei amici la purezza sempre scolpita

Da quell’autunno in cui eravamo solo in venti…

…Ne è passato di tempo, l’eco delle tue gesta oltrepassa il vicinale

E oggi sono in molti a dire tanti auguri al Lazio Club Quirinale


Matteo Mastrella/Flavio Salvadori

OFTALMICA VITALE

OFTALMICA VITALE

logo

OFTALMICA VITALE

CENTRO OTTICO SPECIALIZZATO

Oftalmica Vitale srl opera nel settore dell'ottica a Roma dal 1970.
L'azienda è leader nella produzione artigianale di lenti oftalmiche ed assemblaggio occhiali, fornendo inoltre ai propri clienti un supporto a 360 gradi per quanto riguarda la scelta dell'occhiale e della lente da vista, compreso la misurazione della vista ed una visita oculistica approfondita.

Siamo in grado di realizzare sia la costruzione sia i trattamenti e successivamente il montaggio delle lenti richieste in tempi ristretti, al massimo un'ora, anche nel caso di richieste particolari come lenti colorate, graduate, antiriflesso, ...Tutti i nostri occhiali sono garantiti 12 mesi (lenti e montatura). Nella struttura è prevista un'area bimbi dove rendere più piacevole la scelta del loro occhiale. Un ampio parcheggio adiacente alla struttura faciliterà la permanenza nel nostro punto vendita.

E' possibile inoltre effettuare l'esame gratuito della vista per le ametropie confacenti alla professione dell'Ottico Optometrista. Per casi e controlli specifici sarà presente in sede un medico oculista a cui rivolgersi previo appuntamento ad un prezzo convezionato.

CONVENZIONE 

Lenti oftalmiche (Monolacali, Bifocali, Multifocali, Fotocromatiche con e senza riflesso o colorazioni)                  sconto del 50%

Lenti a contatto giornaliere, settimanali, mensili, annuali e cosmetiche                                                                      sconto del 20%

Montature da vista                                                                                                                                                                 sconto del 25%

Occhiali da sole                                                                                                                                                                       sconto del 25%

Liquidi per lenti a contatto                                                                                                                                                   sconto del 20%

Montaggio lenti                                                                                                                                                                        Omaggio

Gli sconti vengono applicati sui prezzi di listino in vigore al momento dell'acquisto

oftalmicavitale

DOVE SIAMO

Via Aretusa 51 00155 Roma

Zona La Rustica

CONTATTI

06/22.79.32.35

http://www.oftalmicavitale.com

https://www.facebook.com/CentroOtticoSpecializzato/

Incontro di calcio Lcq1900 vs Gli Augustei

Incontro di calcio Lcq1900 vs Augustei

Il 22 giugno 2019 ha segnato il debutto ufficiale della squadra di calcio del Lazio Club Quirinale.

Nel primo giorno effettivo d’estate, con un cielo coperto e l’inevitabile cappa di afa, indomiti atleti del nostro club hanno sfidato, in una partita all’ultima goccia di sudore, gli Augustei, squadra di riferimento della Onlus “Il Caprifoglio”, composta perlopiù da ragazzi disabili. Il loro percorso terapeutico, maggiormente per chi è affetto da sindrome di down e di autismo, prevede lo sviluppo delle loro capacità relazionali anche attraverso la pratica sportiva. Gli Augustei nascono dal progetto “In Campo con Noi” e dalla germinazione dei progetti di inclusione sociale che la Onlus “Il Caprifoglio” porta avanti ormai da anni. Non poteva quindi esserci occasione migliore per il nostro debutto ufficiale. Di fronte alla possibilità di giocare questa partita dai mille significati non abbiamo esitato un istante raccogliendo il guanto di sfida dei nostri amici Augustei. La nostra squadra è stata costituita soprattutto per questi scopi e chissà se, nel prossimo futuro, non possa coltivare anche qualche velleità agonistica.

Il campo è lo “Sporting Club Augustea” in zona Centocelle e alla spicciolata tutti i giocatori prendono parte ad un sommario riscaldamento. Prima del fischio d’inizio, le foto di rito immortalano le nostre divise, ancora immacolate. Anche per loro è la prima volta e inesorabilmente l’ultima in cui appariranno così belle, prima di essere allentate dai nostri busti non ancora pronti alla prova costume. Altre foto mescolati ai nostri avversari suggellano l’amicizia tra il Lazio Club Quirinale e la Onlus il Caprifoglio.  Fa molto caldo e un plauso va al nostro club che ha scelto di sacrificare qualche ora di refrigerio al mare per partecipare con grande orgoglio a questo evento. Giovani e meno giovani, padri e i loro figli giocano con grande entusiasmo, dispensando anche qualche buona trama di gioco. A dire il vero si gioca una partita nella partita. Sono molte le emozioni e i momenti di divertimento che la interrompono nel suo canonico sviluppo. Poco importa, oggi l’agonismo non ha varcato neanche il cancello. Lo scopo è divertirci con i nostri amici che con la loro proverbiale e genuina schiettezza ci apostrofano, in modo bonario, come “vecchi”. Un modo diretto e disarmante che non lascia però spazio alle interpretazioni frenetiche e distorte della vita quotidiana, generatrici di vendette e rancori. Solo il sorriso è ben accetto.

I nostri avversari vanno in gol a raffica, cerchiamo di replicare e mantenere la partita in parità, quando Ettore, il loro centrattacco, reclama un rigore, quantomeno dubbio alla prova del Var. Va sul dischetto e intima al nostro portiere la parte opposta a quella di tiro. Inutile dire che la palla va in gol e Ettore e tutti gli Ettore di oggi vengono sommersi dagli abbracci dei compagni e degli avversari.  Un’ altra sospetta azione d’attacco dei nostri avversari, viziata da un più che evidente fallo per carica al portiere, genera una mischia furibonda all’interno della nostra area di rigore che non riusciamo a risolvere. Alcuni di noi, nel tentativo di un goffo rinvio della palla, cadono a terra meritando pienamente l’appellativo di “vecchi” affibbiatoci prima. La palla danza ancora sospetta sulla linea di porta quando Simone, altro cecchino infallibile degli Augustei, sigla la marcatura che fa prendere il largo ai nostri avversari. L’inerzia della partita ormai è definitivamente segnata a nostro svantaggio. Ettore segna ancora e poi doppietta di Francesco e ancora Diego, Federico e, fino a perdere il conto, tutti gli altri Augustei che non cito per brevità e amor proprio di squadra. Al triplice fischio finale ci ritroviamo al centro del campo su idea di uno straripante Ettore che invita tutti noi, abbracciati a maglie alternate, ad un minuto di silenzio in memoria del suo idolo Davide Astori, indimenticato capitano della Fiorentina morto prematuramente nel pieno della sua attività agonistica. Ognuno di noi ha avuto modo di pensare al “suo Davide Astori” volato in cielo e a quanto sarebbe stato orgoglioso nel vederci impegnati in questa partita di beneficenza. Con il cuore in tumulto sciogliamo le nostre emozioni al fischio che decreta il rompete le righe.

Al termine della partita, a margine di un rigenerante aperitivo, la piccola cerimonia finale ha visto la consegna ai nostri amici Augustei delle medaglie commemorative dell’evento. Non sarà stata la passarella di premiazione della finale di Champions League ma è stato ugualmente emozionante vedere l’orgoglio dei nostri amici nel portare al collo le decorazioni con cui sono stati fregiati. Non c’erano né la fanfara né i fuochi pirotecnici, la sola musica proveniva dal nostro battito di mani e dalle rituali voci fuori dal coro che rompono il silenzio.

Il risultato finale della partita è ininfluente, hanno vinto come sempre l’amicizia e l’inclusione e la solidarietà ha prevalso sull’agonismo.

Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato, sia ai giocatori sia a coloro che hanno presenziato sugli spalti. Un grazie particolare a Gabriele che a bordo campo ha ripreso tutto come nelle più importanti cerimonie a Palazzo, permettendo anche a chi non c’era di rivivere una giornata memorabile.

Viva gli Augustei e viva il Lazio Club Quirinale!!!

Matteo Mastrella

Al Quirinale le squadre finaliste di TIM CUP 2019

Incontro del Presidente Mattarella con le finaliste di Coppa Italia di calcio

 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto nel pomeriggio al Quirinale i calciatori, i dirigenti e gli staff tecnici di Atalanta e Lazio, squadre finaliste della TIM CUP 2019 in programma allo stadio Olimpico di Roma il 15 maggio.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè e gli allenatori delle squadre finaliste Gian Piero Gasperini e Simone Inzaghi.

Al termine il Presidente Mattarella ha rivolto un saluto ai presenti.

 

 Roma, 14/05/2019

Fonte www.quirinale.it





IL LAZIO CLUB QUIRINALE A CITTACELESTETV

IL LAZIO CLUB QUIRINALE A CITTACELESTETV

51060098_10216139966843407_8328611838065377280_n 50832884_10216139966563400_8267077184485588992_n

Il Lazio Club Quirinale 1900, giovedì 24 Gennaio 2019, ha partecipato alla trasmissione televisiva Io Tifo Lazio in onda sul canale CittacelesteTv del digitale terrestre. Una delegazione del club ha raccontato e descritto la nostra realtà associativa.

Matteo Mastrella

PREMIO LAZIO CLUB QUIRINALE ASSEGNATO A GIUSEPPE SIGNORI

PREMIO LAZIO CLUB QUIRINALE TERZA EDIZIONE ASSEGNATO A GIUSEPPE SIGNORI

IL PREMIO LAZIO CLUB QUIRINALE TERZA EDIZIONE ASSEGNATO A BEPPE SIGNORI

Per il Lazio Club Quirinale il 2019 nasce sotto i migliori auspici: una giornata all’insegna della lazialità, trascorsa presso la Tenuta della Mistica diretta dai Volontari Capitano Ultimo, con ospiti d’eccellenza. Commossa partecipazione all’arrivo di Beppe Signori, bomber storico della nostra amata squadra, e di Nando Orsi, mitico portiere e allenatore, che ci hanno onorato della loro presenza durante tutto l’evento. Tra una portata e l’altra l’arrivo dell’esilarante comico Marco Tana, accolto sempre con entusiasmo dai soci dal Lazio Club Quirinale. L’arrivo inaspettato di “Capitano Ultimo” alla fine del pranzo cambia completamente l’atmosfera della sala, mettendo l’accento sui valori della giustizia, della legalità e sull’importanza di partecipare attivamente ai bisogni dei meno fortunati. Il nostro Club, sempre presente fattivamente nei confronti di Onlus e Case Famiglia, ha consegnato una generosa donazione nelle mani del Capitano Ultimo affinché possa continuare ad aiutare le persone ospitate in comunità. Ci è stato offerto poi uno spettacolo suggestivo nella falconeria, con la possibilità di osservare l’addestramento dei rapaci da vicino e tenerli addirittura sul braccio. Questa splendida giornata si è conclusa con l’estrazione della consueta lotteria, che ci ha permesso di consegnare con immensa gioia al portavoce del Caprifoglio Onlus un assegno di 2.600€ che sarà sicuramente d’aiuto per ricostruire in Africa una struttura pediatrica adeguata.
Un ringraziamento affettuoso al nostro caro Presidente, al Vice Presidente ed a tutto il Consiglio Direttivo che con la massima sinergia ci hanno regalato una giornata che difficilmente dimenticheremo.

Arianna Tirico

  dsc01011-copy dsc01027-copy dsc01016-copy

dsc01049-copy dsc01079-copy dsc01080-copy

dsc01095-copy dsc01104-copy dsc01107-copy

dsc01119-copy dsc01139-copy

BIGLIETTI VINCENTI LOTTERIA 12 GENNAIO 2019

BIGLIETTI VINCENTI LOTTERIA 12 GENNAIO 2019

BIGLIETTI VINCENTI LOTTERIA 12 GENNAIO 2019

img_20190112_222534 img_20190112_222510_hht

Il 12 Gennaio 2019, presso il ristorante "Il Mendicante" appartenente all'Associazione dei volontari Capitano Ultimo,  si è tenuta l'estrazione dei biglietti dichiarati vincenti della lotteria organizzata dall'associazione Lazio Club Quirinale 1900. Di seguito sono riportati i biglietti vincenti

01) Crociera MSC - Una settimana per due persone                                                                        biglietto n.   3504

02) TV PHILIPS Ultra HD 55US6503 55"4K Ultra HD Smart TV Led Wi-Fi                                            biglietto n. 0419

03) Soundbar “SONY HT-CT290” offerto da “Elianto Servizi Immobiliari”                                       biglietto n. 1147

04) Festa per bambini offerta da “OASI PARK”                                                                             biglietto n. 3397

05) Foulard donna“GUCCI”                                                                                                             biglietto n. 1308

06) Gps Fitness watch “TOM TOM” Spark music                                                                               biglietto n. 1185

07) Fotocamera Sub Nikon COOLPIX W100 Yellow offerta da “Elianto Servizi Immobiliari”        biglietto n. 3132

08) Telecamera“Nilox Action-F60”                                                                                                  biglietto n. 1587

09) Buono spesa (valore 200,00 €) offerto da “Prenestina Gomme”                                           biglietto n. 0149

10) Orologio uomo °BREIL° offerto da “Gioielleria Vannozzi”                                                       biglietto n. 4233

11) Orologio donna LIU-JO                                                                                                                  biglietto n. 0058

12) WONDERBOX  “ TRE GIORNI D’EVASIONE” per due persone                                                biglietto n. 3047

13) Cornice d’argento offerta da “Gioielleria Taffera 1958”                                                        biglietto n. 1026

14) Macchina caffe’ ILLY “francisfrancis” offerto da “New Home & Co”                                  biglietto n.   2932

15) Buono spesa (valore 100,00 €) offerto da “Ippolandia”                                                             biglietto n. 4993

16) Buoni benzina (valore 100,00 €) offerti da to.mas. Di Bisonni A.                                              biglietto n. 5771

17) Bracciale uomo “PACIOTTI” offerto da “Gioielleria Vannozzi”                                                biglietto n. 2708

18) Pizza per 2 persone offerta dal Ristorante “Sciarra”                                                                 biglietto n. 4519

19) Stampante HP ENVY 4520  aio                                                                                                     biglietto n. 2887

20) 5 Confezioni di Birra artigianale “ALTA QUOTA”                                                                     biglietto n. 3052

Matteo Mastrella